L’AMICIZIA E L’AMORE NON HANNO CONFINI…

UN VIAGGIO A BANGUI CON PIERPAOLO GRISETTI PER CONOSCERE LE VERE RICCHEZZE DEL CENTRAFRICA

La Repubblica Centrafricana nonostante sia una terra ricca di miniere d’oro, diamanti e uranio è uno degli stati più poveri dell’ Africa. In anni di continue guerre religiose e massacri politici-economici, oggi la popolazione sta attraversando una delle crisi più gravi a livello internazionale.
Povertà, stenti e malattie hanno fatto si che gli atti di vandalismo e banditismo tra le molteplici fazioni di ribelli siano all’ordine del giorno.
Purtroppo nonostante alcuni tentativi fatti dal alcune grandi potenze stranire per far cessare ingiustizie e conflitti per favorire un’intesa tra governo e dissidenti, la Repubblica del Centrafricana continua ad essere un Paese senza Stato, dove la capitale, Bangui, è stata classificata penultima al mondo per la qualità della vita e una delle prime per l’elevato tasso di mortalità neonatale.
Ma se da una parte c’è chi, dietro a grandi interessi economici, cerca di siglare accordi, dall’altra c’è chi con tanto Amore, passione e rispetto per la vita ha deciso di portare avanti una serie di obiettivi per sconfiggere non solo fame e malattie, ma di intervenire sulla riorganizzazione del territorio e della popolazione. E la persona che mi ha raccontato e dimostrato tanto impegno a favore della popolazione della Repubblica Centrafricana a Pierpaolo Grisetti, Presidente di Amici per il Centrafrica Carla Maria Pagani Onlus. Quelle di Pierpaolo, in quest’intervista, non solo belle e toccanti parole, perché in quasi vent’anni di volontariato, l’associazione, tra mille ostacoli e difficoltà, è riuscita a realizzare, “quello che per tanti sembrava impossibile”.

Pierpaolo, come nasce la sua passione per il volontariato?
Le passioni appartengono al nostro dna, solo che a volte non sappiamo di averle così forti fino a quando… il cuore inizia a parlarti. E a far parlare il mio cuore è stata lei, Carla Maria Pagani, la nostra fondatrice che nel 2000, in occasione di una sua visita alla zia, Suor Beniamina, nella Repubblica Centrafricana, mi raccontò non solo la sofferenza di una popolazione coinvolta in sanguinose guerre, ma anche quanto amore aveva ricevuto, in particolare da un bambino gravemente ammalato che morì proprio tra le sue braccia.

La Repubblica Centrafricana è una terra difficile, lei e tutti i volontari siete consapevoli dei rischi che correte?
Noi dell’associazione sappiamo quanto sia problematico e pericoloso operare in un territorio dove regna una profonda instabilità economica, politica e religiosa,ma sappiamo anche che… un paese senza aiuti non può sopravvivere. Questo è quello che ci da la forza di riorganizzare, costruire, curare …

Quali sono gli obiettivi che in questi anni avete portato a termine?
Grazie ai fondi raccolti con la nostra Onlus, AMICI PER IL CENTRAFRICA, in poco meno di vent’anni sono state costruite 15 scuole, 2 centri sanitari e 1 centro odontoiatrico, 1 centro per disabili a Dekoa, organizzato 400 cooperative agricole dove lavorano 15.000 persone. Operare sul territorio per ridare dignità a tante persone, questa è la nostra missione, così è nato anche un villaggio per il popolo pigmeo dove sono già attive tre classi di materna e di primaria, scuole dove vengono somministrati pasti e assistenza pediatrica. Nel 2011 è stato aperto un centro di formazione Pedagogica per preparare nuovi insegnanti. 3 centri di aiuti per le donne e uno contro la mutilazione genitale in Kenia.

Sicuramente nulla vi fermerà, mi racconta i nuovi progetti che state per realizzare?
Sì, infatti, abbiamo ancora tantissimo da concretizzare, ma la priorità sono: avere una clinica mobile dotata anche di laboratorio di analisi che possa assicurare a loro le adeguate cure e prevenzioni, questa clinica permetterà assistenza sanitaria a tutti gli abitanti dei villaggi che, per mancanza di strade e mezzi non possono raggiungere nessuna struttura. Sempre di rilevante necessità è: realizzare all’interno della struttura di Bangui“ LA JOIE DE VIVRE” una sala operatoria per il Centro Ottico Anna. Altro importante obiettivo è: Creare formazione a 360°, Scuola dei Mestieri è un importante progetto nato per garantire un adeguato inserimento nel mondo del lavoro, punto essenziale della nostra Onlus, questo per evitare che i giovani siano coinvolti anche in attività illecite. Sconfiggere la povertà e la fame, ridurre le diseguaglianze, lotta contro i cambiamenti climatici, innovazione e infrastrutture, dare autonomia e un futuro migliore a tutti, qualsiasi sia la loro etnia o religione, questo è ciò che ci racconta il cuore!

Aiutare il prossimo è aiutare noi stessi, ma come possiamo contribuire per far crescere la vostra ONLUS?
AMICI PER IL CENTRAFRICA ONLUS dona il 90% dei fondi raccolti a sostegno di tutti i progetti, ma incrementare gli aiuti a sostegno della nostra Onlus è fondamentale. Per chi volesse contribuire potrà farlo donando il 5×1000, basterà una firma sulla dichiarazione dei redditi, nell’apposto spazio “sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale…”, indicando il codice fiscale (95069680130) di AMICI PER IL CENTRAFRICA o attraverso un’erogazione liberale interamente deducibile dal reddito con un bonifico bancario sul conto UBI Banca- Agenzia di Milano Viale Lombardia, IBAN : IT88V0311101622000000000275- Causale: Erogazione Liberale a Onlus- Sostegno al progetto.

“Questa per me non è stata solo un’intervista, ma una grande lezione di vita, perché grazie a persone come Pierpaolo Grisetti che… con i suoi valori e Amore per la vita “niente è impossibile”.
Un Grazie speciale anche a tutti coloro che operano nella ONLUS e uno in particolare a … Carola Muttoni che mi ha permesso di conoscere il Presidente di: AMICI PER IL CENTRAFRICA e fare “un viaggio virtuale in tutti quei posti dove hanno lasciato il cuore”.